Appuntamento a

BERLINO

 

La visita alla capitale tedesca si colloca alla fine di un lungo viaggio in Europa

tra Bruxelles, Rotterdam e Amsterdam.

E’ stata il lieto fine di una serie di avventure (e disavventure) affrontate da sola con il mio trolley.

Per fortuna, però, a Berlino mi aspetta un mio amico giapponese,

che vive a Chicago e arriva da Dublino, che ho conosciuto a New York mentre vivevo negli USA.

GIOVEDI’

Atterro da Bruxelles all’aeroporto Schönefeld di Berlino, che ormai conosco bene perché in quel periodo vivevo in Polonia ed era il mio aeroporto di riferimento. Ma non mi sento a mio agio perché… mi ritrovo senza contanti e con le carte bloccate. Storia lunga (vedere Rotterdam).

Sconsolata, mi butto sul primo pullman con la scritta Alexanderplatz, sicura che prima o poi arriverà al capolinea in centro. Ovviamente, sono senza biglietto. E’ passato da poco l’orario di pranzo e il mio stomaco inizia a lamentarsi. Non sa che è inutile!

Tiengarten

Ad un tratto, vedo ai miei piedi un sacchetto di plastica della spesa. Istintivamente lo prendo per portarlo all’autista e avvisarlo che qualcuno deve averlo dimenticato e probabilmente tornerà a prenderlo. Poi mi fermo e ci penso. Do solo un’occhiata al contenuto. Biscotti, patatine, acqua, una banana. Forse è un segno del destino.

Il pullman parte e dei ragazzi, accorgendosi che sono straniera, iniziano a infastidirmi. La ragazza di fronte a me si gira e, con aria risoluta, rivolge loro parole che non comprendo. Poi mi guarda e mi parla in inglese: “Ho detto che sei con me e di lasciarti in pace”.

Io la ringrazio e, nella disperazione, le racconto della mia disavventura. Allora lei si offre di accompagnarmi alla fermata della metro per raggiungere Alexanderplatz in modo più veloce. “Non c’è nessuna sbarra, quindi puoi salire senza ticket. A tuo rischio, perché ci sono molti controllori”.

Rischio. E finalmente arrivo ad Alexanderplatz. Mi siedo su un marciapiede, all’ombra dell’enorme Torre della Televisione di Berlino. Tra qualche giorno sarò lassù a cena, ma per ora sono quaggiù su un marciapiede a mangiare una banana trovata in un sacchetto della spesa su un pullman!

Finito il mio picnic, scendo all’ingresso della metro per connettermi al wifi (nel 2017 non era ancora disponibile la stessa tariffa telefonica valida in tutta Europa) e inserisco la casa del mio amico come destinazione su Google Map.

Il sole domina incontrastato il cielo di Berlino, mentre cammino a passo sostenuto trascinandomi il trolley e la borsa per strade sconosciute. Finalmente raggiungo casa. Il mio amico mi scrive che è appena atterrato e che mi raggiungerà a breve per una “cena tranquilla”. E’ tutto quello che desidero.

VENERDI’

Ho spiegato al mio amico la situazione e lui si è offerto di farmi un prestito. Per fortuna posso evitare la scomodo invio di contanti attraverso un Money Transfert.

La giornata inizia meglio! Alloggiamo in una bella zona residenziale a nord est di Berlino e la mattina partiamo a piedi verso il punto d’incontro di una visita guidata alla città per ripercorrere la Berlino post-nazista.

La prima tappa è il Check Point Charlie, un ex posto di blocco tra la Berlino est e la Berlino ovest. Con un po’ di immaginazione, sostituendo i numerosi turisti con soldati in formazione e rinnalzando il muro, si può rivivere il lontano 1961, quando il mondo ha trattenuto il fiato di fronte all’incombere di una terza guerra mondiale.

Proseguiamo lungo il tracciato del Muro, ricostruendo nella mente mura di cemento per figurarci quale potesse essere stato l’aspetto della città. La nostra immaginazione è vinta quando arriviamo all’unico tratto di muro ancora in piedi, ormai ricoperto di murales di artisti, che inneggiano alla libertà. Insieme alla torre di vedetta è il baluardo di fronte alla degenerazione della civiltà.

E non solo. E’ anche una tomba senza nome di coloro che durante la Guerra Fredda cercarono di oltrepassarlo per motivi politici e sociali o, semplicemente, per ricongiungersi con i propri cari.

Memoriale per gli Ebrei assassinati

La guida ci racconta di una Berlino divisa da un giorno con l’altro, in una notte. Separata inizialmente da un filo spinato e poi, a poco a poco, da un muro di cemento. Un taglio fatto a tavolino nel cuore della Germania sovietica.

C’è un’altro cimitero che merita di essere innalzato in centro città: la foresta di blocchi di pietra del Memoriale per gli Ebrei assassinati. Mentre il labirinto sprofonda in un avvallamento e i blocchi si fanno più alti, le voci si perdono inascoltate e i rumori esterni svaniscono, creando un effetto disorientante e asfissiante.

Arriviamo alla rotonda del Tiengarten e le nostre strade si dividono prendendo diverse tangenti. Il mio amico ed io optiamo per una passeggiata nel parco, prima di rientrare e prepararci per la cena.

SABATO

Reichstag

E’ un’altra giornata splendente e partiamo a piedi alla volta dell’Isola dei Musei. Gli edifici in stile neoclassico sono grandiosi.

Più tardi, passando per la parte del muro di Berlino ancora intatta, visitiamo il Museo Ebraico.

Nel pomeriggio ci dirigiamo verso il Parlamento, il Reichstag. E’ immancabile la visita alla cupola di vetro che lo sovrasta. L’enorme foro centrale pare un collegamento tra terra e cielo. Il roof nell’orario del tramonto di una giornata tersa regala un vista straordinaria sulla città.

DOMENICA

 

 

Oggi abbiamo una guida d’eccezione: un ragazzo, ex collega del mio amico a Chicago, che vive a Berlino da un paio di mesi. Conosce locali particolari della Berlino hipster. E’ un bel modo per sentirsi meno turisti e più veri viaggiatori.

Ci consiglia un buon ristorante, ma noi abbiamo già la nostra prenotazione, effettuata due mesi prima, per il ristorante della Torre della Televisione.

Torre della Televisione

Sono emozionantissima, mentre l’ascensore sale rapido lungo quello che è diventato il simbolo della capitale. E’ come risalire la Tour Effiel, ma il simbolo di Parigi non ha un ristorante che ruota a 360 gradi, facendo un giro completo in mezz’ora e permettendo agli ospiti di godere di diverse vedute della capitale. Noi abbiamo seguito il corso del sole fino all’ultimo tramonto a Berlino.

 

 

LUNEDI’

Questa mattina ci salutiamo e ripartiamo, con la promessa di darci nuovamente appuntamento in qualche luogo ancora sconosciuto del mondo.

Reichstag

 

 

 

Si conclude per entrambi un lungo viaggio in cui Berlino è stato il punto di incontro. Sono certa che il tempo che non abbiamo ancora vissuto sappia già che le nostre strade si incroceranno di un nuovo.

 

 

 

  • gamefly free trial

    Hello! I realize this is somewhat off-topic but I had to ask.
    Does operating a well-established blog such as yours take a large amount of work?

    I’m brand new to operating a blog however I do write in my diary everyday.

    I’d like to start a blog so I will be able to share my personal experience and views online.
    Please let me know if you have any recommendations or
    tips for new aspiring blog owners. Thankyou!

  • gamefly

    Hi everybody, here every person is sharing
    such knowledge, thus it’s pleasant to read this website, and I used to pay a visit this blog all the time.

  • gamefly

    Now I am going to do my breakfast, once having my breakfast coming yet again to read other news.

  • gamefly

    I’m not certain the place you are getting your info, however great topic.
    I must spend some time learning much more or figuring out
    more. Thanks for fantastic information I was looking for this information for my mission.

  • minecraft download mojang

    For newest information you have to pay a quick visit the web and on the web I found this
    web page as a best web page for most up-to-date updates.

  • Shane Farrall

    Once I originally commented I clicked the -Notify me when new comments are added- checkbox and now every time a comment is added I get 4 emails with the same comment. Is there any way you can take away me from that service? Thanks!

  • free minecraft

    I was suggested this blog by my cousin. I’m not sure whether this post is written by him
    as nobody else know such detailed about my trouble. You’re wonderful!

    Thanks!

  • g

    It’s hard to find knowledgeable people in this particular subject,
    however, you sound like you know what you’re talking about!
    Thanks

  • g

    Hello there! This blog post couldn’t be written much better!
    Reading through this post reminds me of my previous roommate!
    He constantly kept talking about this. I’ll send
    this post to him. Fairly certain he’ll have a good read.
    Thanks for sharing!

  • download minecraft

    Hi there would you mind letting me know which webhost you’re using?
    I’ve loaded your blog in 3 completely different browsers and I
    must say this blog loads a lot quicker then most.
    Can you recommend a good internet hosting provider
    at a honest price? Cheers, I appreciate it!

  • free minecraft download

    Link exchange is nothing else however it is simply placing the other person’s blog link on your page at suitable
    place and other person will also do similar in support
    of you.

  • minecraft download free pc

    Greetings! Very helpful advice within this post!
    It’s the little changes that produce the most important changes.
    Thanks a lot for sharing!

  • how to download minecraft

    Pretty nice post. I just stumbled upon your weblog and wished to say that I’ve truly
    enjoyed surfing around your blog posts. In any case I’ll be subscribing to your
    feed and I hope you write again very soon!

  • minecraft download free

    I would like to thank you for the efforts you have put in penning this site.
    I really hope to see the same high-grade content by you later on as well.
    In fact, your creative writing abilities has inspired me to
    get my own website now 😉

  • how to download minecraft free

    If you want to increase your know-how simply keep visiting this web page and be updated with the most recent news
    posted here.

  • minecraft download pc

    I’m impressed, I must say. Seldom do I encounter a blog that’s both equally educative and amusing, and without a doubt, you’ve hit the nail on the head.

    The issue is something which not enough folks are speaking intelligently about.
    I am very happy I stumbled across this during my search for something concerning this.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *