Fitness in Israele

 

Siamo nel paese dei benefici sali del Mar Morto,

del nutriente e sano hummus,

della Città Santa, da girare obbligatoriamente a piedi,

di Tel Aviv e delle sue spiagge attrezzate per gli sportivi.

Non sarà difficile tornare da questo viaggio ancora più in forma di prima

e senza sforzi o rinunce!

Vediamo come…

 

Prima di tutto vorrei parlavi dei SALI DEL MAR MORTO

Noti per le proprietà drenanti e per il contrasto agli inestetismi della cellulite, sono anche la base di prodotti esfolianti e purificanti.

Non potete perdere l’occasione di acquistarli qui, dove troverete prodotti naturali al 100%.

In particolare, vi consiglio i prodotti di SPA che ho acquistato e usato personalmente con ottimi risultati:

  • crema viso all’olio di oliva e miele
  • maschera viso con estratti naturali
  • scrub
  • fanghi
  • e gli immancabili sali da bagno con aromi naturali.

Dunque questo paese offre una gamma di prodotti estetici veramente efficaci! Lo potrete giudicare voi stesse, prima dell’acquisto, immergendovi nelle acque tiepide e salatissime del Mar Morto.

Ma non solo! Ci sono diverse occasioni per tenersi…

…IN FORMA in Israele

Il mio viaggio in Israele è iniziato con una tappa nel deserto del Miztpe Ramon al Beresheet Hotel, un’oasi incantevole nel mezzo del nulla. Avevamo una camera con una piscinetta privata con vista sul deserto e la mattina non ho resistito dal fare un po’ di PILATES, ancora in pigiama, con un vento lieve e fresco che spirava da chissà dove. Un ottimo inizio giornata!

Dal deserto, ci siamo poi spostati a Gerusalemme. Nel centro storico della capitale non si può entrare in auto, quindi l’abbiamo girata tutta A PIEDI per due giorni. Travolti dal fascino della storia che pulsa tra le mura di un’urbanistica labirintica, non ci siamo accorti di aver macinato più di 20km al giorno.

A Tel Aviv ci aspettava la parte “relax” e divertente del viaggio. Andiamo in spiaggia per incamminarci a piedi e raggiungere degli amici. Dobbiamo fare un percorso a zig zag perché il bagnasciuga è interamente occupato da adulti, ragazzi e bambini che giocano con le racchette. Qui il TENNIS DA SPIAGGIA, il “matkot”, è sport nazionale. Un buon modo per mescolarsi agli abitanti della città, allora. Acquistiamo i nostri racchettoni e, in breve, diventa una sfida all’ultimo rimbalzo.

Tra tutto questo movimento, ci è venuta fame!

E allora parliamo di PIATTI TIPICI

Al primo posto (in ordine di gradimento personale), l’HUMMUS. Penso che conosciate la vellutata di ceci in salsa tahini, ma buona come quella che fanno qui non l’avevo mai provata. Vi dico solo che il mio ragazzo, che non lo aveva mai provato, si è fatto sfidare a mangiare solo hummus per un giorno interno. Sfida accettata e gradita! Ma, senza esagerare come con ogni cosa, l’hummus è un piatto gustoso, sano, nutriente, proteico e saziante.

Dai semi di sesamo non si ottiene solo la salsa tahini, ma anche un dolce spaziale: l’HALVAH. Una specie di torrone con la consistenza di un biscotto al burro. Ce ne sono per tutti i gusti, al caffè, al pistacchio, alla vaniglia…

Come ben sappiamo, inoltre, è importante spezzare la fame con uno spuntino a metà mattina e a metà pomeriggio. Tuttavia quando si è in viaggio non è sempre facile trovare snack nutrienti e sani. In Israele, però, sì! Ci sono tanti chioschetti che preparano estratti di MELOGRANO al momento.

C’è di che saziarsi senza sensi di colpa!

 

Allora, che aspettate ad scoprire la cultura di questo paese?

 

 

 

Il racconto sul mio viaggio lo trovate qui: La verità su ISRAELE