ORIGIN

di Dan Brown

Alla scoperta di BILBAO

 

Non c’è nulla di meglio di una trama intrigante di Dan Brown per conoscere, di sponda, città come Parigi, Roma, Firenze e musei come il Louvre, i Musei Vaticani, gli Uffizi, il Guggenheim di Bilbao.

Dopo aver letto uno dei suoi best seller, sarete pervasi dal desiderio di visitare o rivisitare i luoghi descritti. Fidatevi che, se lo farete, vi scoprirete a sapere cosa state guardando e a fare da guida ai vostri compagni di viaggio.

“Origin” si apre con una descrizione del Guggenheim di Bilbao e di alcune opere. Visitare il museo dopo aver letto il libro sarà come vedere la propria immaginazione prendere forma.

Passerete sotto Maman, consapevoli del suo doppio significato. Attraverserete la passerella e vi farete avvolgere dalla Fog Sculpture proprio come Robert Langdon. Sarete risucchiati dalla spirale della scultura di Serra come se foste i protagonisti della scena.

Io che non amo l’arte contemporanea, diversamente non mi sarei potuta emozionare così tanto. Diversamente, forse, sarei rimasta ignorante di fronte a un pezzo di storia.

Dan Brown trasmette tutte queste nozioni immergendole in una vicenda coinvolgente, enigmatica, tappezzata di indizi che stimolano la nostra mente,  portandoci ai confini delle nostre certezze più radicate, per un finale, come sempre, sorprendente.

“Il museo Guggenheim di Bilbao sembrava frutto dell’allucinazione di un alieno: una dinamica aggregazione di forme metalliche ricurve che parevano essere state addossate l’una all’altra in maniera quasi casuale”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *