SANKT MORITZ sugli sci

 

In questo articolo non vi racconterò di una delle mie avventure o, ahimè, disavventure.

Non posso smentire la fama degli svizzeri: ogni anno ci trascorro almeno un paio di weekend

ed è sempre andato tutto liscio.

Quello che vorrei è invece condividere un assaggio di questo posto,

tra le mie mete invernali preferite,

e ingolosirvi!

 

L’Engadina offre paesaggi straordinari, viste mozzafiato e ottimi rifugi. Basta solo mettersi in cammino o, meglio ancora, gli sci ai piedi.

Dopo aver accontentato i non sciatori con l’articolo La magia dell’Engadina d’inverno, non potevo non rivolgermi anche agli appassionati di questo sport perché intorno all’affascinante paesino di Sankt Moritz ci sono gli impianti sciistici che preferisco in assoluto.

La neve è ben battuta, le piste sono larghe e, nonostante l’affluenza, non sono mai affollate. Ci sono rifugi che soddisfano ogni abitudine, dai panini ‘to go’ per gli sciatori seri, ai ristoranti lussuosi per chi ama coccolarsi, passando dai ricchi self-service per una via di mezzo.

Gli impianti tra cui potrete scegliere sono Corviglia, Corvatsh e Diavolezza.

Corviglia è quello più vicino a Sankt Moritz, ma si può prendere anche da Celerina. Ospita 24 impianti e l’altezza massima è di 3022 m.

Corvatsh ospita 14 impianti, ma arriva a 3302 m. Da un versante si può ammirare il massiccio del Bernina e dall’altro i laghi engadinesi.

Diavolezza si estende attorno al ghiacciaio del Morteratsh. Ospita solo 4 impianti che arrivano fino a 3006 m, ma offre piste per sciatori esperti e più accaniti, infatti è possibile sciare fino a maggio qui. Io lo prediligo a inizio o a fine stagione.

L’unica nota negativa è che i giornalieri sono molto costosi, ma per questo c’è una soluzione: comprarli in Italia prima di oltrepassare il confine!

 

Dunque, cosa aspettate? Lo sport non rigenera solo il corpo,

ma anche l’anima con i paesaggi sublimi che permette di raggiungere!

Non per niente è tra queste montagne che il celeberrimo filosofo Nietzsche

partorì i suoi pensieri più brillanti.